Il mio stato

Distratto.
Un pensiero offuscava la mia mente
Volgendo lo sguardo incontravo il tuo
e mi chiedevo cosa stessi pensando.

Resistenza.
Tale era il mio animo.
I miei occhi guardavano altrove
ma la mia mente era fissa su un’immagine.

Paura.
Di avvicinarti e di parlarti, di vederti e poi toccarti
Paura di non poter vivere ancora alcun momento
di lasciar cadere invano il mio istinto.

Rabbia.
Che mi rode dentro, come un tarlo il suo legno.
Una gabbia che stringe il mio cuore
e non lascia trasparire che dolore.

Annunci

~ di charada su aprile 4, 2007.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: