Maracanà

Ho iniziato questo blog solo per rendere pubbliche le mie poesie, senza aggiungere commenti o altro. Questa che segue non rappresenta una delle classiche poesie in rima che mi piace scrivere, ma la visione che mi da’ la rende tale.

Le parole non riescono a portare fuori i sentimenti che si celano nel mio animo. Non sono molto diversi da quelli che si provano stando seduto davanti ad un tramonto. Senti il calore che piano piano si raffredda, vedi la luce che a poco a poco si affievolisce come la fiamma di una candela che brilla ed illumina le stanze della vita. Si muove e si barcamena tra soffi di vento ed improvvise tempeste. Aumenta d’intensità, sembra spegnersi ed un alito di ossigeno la riporta in vita. Ma quando la fiamma sembra riaccendersi, puf, e la luce si spegne, il freddo ti entra dentro e non vedi, non odi più quello a cui prima non davi importanza.
Vedi quel sole scendere inarrestabile dietro quel mare, che molto ancora avresti navigato, se non fosse per quella pagina già scritta che molti chiamano destino. Un libro che ha raccontato le nostre vite, che per diversi capitoli ci ha visti protagonisti insieme, in quella storia che è la vita.
Non preoccuparti Maracanà, non sei uscito di scena, ti hanno solo offerto un posto più in alto e pur non volendo hai dovuto accettare. Su quel libro, però, rimarrà la tua firma, insieme alle nostre. E quando ci rivedremo lo potremo leggere insieme.
Buon viaggio.

Annunci

~ di charada su maggio 27, 2007.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: