Ciao NOA

E’ stato amore a prima vista.
Quando ho incrociato con gli occhi i tuoi, ho capito che saresti stata mia. In poco tempo ho preso tutto ciò che serviva. Mancava solo la materia prima. I soldi.
Ma al mondo d’oggi cosa vuoi che siano 5Keuro. Non stavo nella pelle.
Solo uno sguardo è bastato. Ho fatto il giro di mezza Roma per trovarti.
Ormai dicevano che eri vecchia. Ma io ho continuato a cercare.
Avevi un colore della pelle, “chiaro di luna”, che sembrava come se ovunque andassi avessi gli occhi puntati solo su TE. Sono sempre stato orgoglioso di TE!
Ricordo ancora il primo giorno.
Tu eri lì, immobile, con la punta del piede appoggiata a terra.
Io che tremavo solo nel vederti.
Ti giravo intorno, ti accarezzavo. Ogni tanto ti stringevo a me.
Poi, dopo quel breve corteggiamento, hai detto di si.
Anche se non ti conoscevo, non avevo mai avuto nessuna esperienza prima, sapevo che saresti stata perfetta per me. E così è stato.
Quando sono venuto a prenderti la prima volta, non stavo nella pelle.
Avevo la gioa, quella vera, che mi schizzava fuori dagli occhi. Ero elettrizzato.
Mi tremavano le gambe dalla contentezza, come ora tremo dal freddo. Un freddo che si impadronisce del mio corpo, ora che non ci sei più.
Sembravi grande da lontano, molto più grande di me. Ma non appena ero vicino, le mie paure cadevano tutte. Eri una bambina. La mia bambina. Talmente bella e dolce, che le mie mani sulle tue mi infondevano un enorme calore. Un piacere mai provato prima. Ogni volta sembrava sempre la prima. Ero emozionato come un bambino. In questi quasi 4 anni insieme ne abbiamo fatta di strada. Speravo di non separami mai da te. Ma come spesso capita nella vita, succedono cose alle quali non avremmo mai pensato, o sperato.
Ricordo il primo viaggio insieme. Verso casa, quando ti presentai ai miei. Ero contentissimo di mostrarti a tutta la mia famiglia. Da quand’ero bambino ho sempre sognato quel giorno. Quel giorno è arrivato e con esso poi tutti gli altri fino ad oggi!
Ricordo tutte le volte che ti portavo in campagna a respirare l’aria pura. E quella volta che ci siamo avventurati con lo zio Cash alla ricerca della curva perfetta. Le mie scarpe iniziavano a consumarsi per quanto attaccato al suolo mi portavi. Lì ricordo che ho iniziato a conoscerti un po’ di più. Ho visto di che pasta eri fatta. Tutta d’un pezzo, ma al tempo stesso così agile da farmi rizzare i capelli ogni volta che ti sottovalutavo.
Ricordo poi quella volta della curva cieca o meglio del “è cieco chi arriva”. Ci siamo fatti un sacco di risate. La fortuna è sempre stata dalla nostra. Fino ad ora.
Ogni volta che acceleravamo i tempi, perché volevamo essere in due posti contemporanemente.
Ricordo ancora i tuffi in piscina, mentre tu da lontano mi guardavi. Soddisfatta di tutti i posti che visitavi e che mi facevi ammirare. Quei pochi passi attraversati insieme, che per raggiungerli era come scalare l’Everest. Che potenza che avevi, che forza. Ad un solo cenno della mia mano, eri pronta a scattare.
Bellissima fu la prima lunga attraversata dell’Italia. Roma-La Spezia-Roma in soli 2 giorni.
Alla fine io ero distrutto, a pezzi. Non mi sentivo più i polsi. Tu invece eri fresca come una rosa di giardino. Avevi gli occhi lucidi ed avresti continuato chissà per quanto ancora se non fosse stato per me che non riuscivo a starti dietro.
Ogni volta sempre insieme, io e te. Fino al culmine raggiunto l’estate scorsa.
19 giorni insieme. Dormivano quasi nello stesso “letto”. Io che per quell’avventura mi portavo dietro anche l’impensabile pur di farti stare a tuo agio. Cercando di tenerti sempre pulita, lucida. Facendo attenzione a non rovinare il tuo bellissimo corpo. Mantenendo sempre in allenamento ogni tuo muscolo. Quest’estate senza di te non so proprio come avrei fatto.
Che immagini favolose ancora ho in mente, io e te con il vento in faccia che ci chiudeva gli occhi, su e giù per le montagne turchesi, lungo laghi incantati, sopra rocce inesplorate, tra foreste e fanghi come fosse un corso di sopravvivenza. Così è stato infatti. Da quel corso siamo usciti entrambi molto più forti. Consapevoli della nostra condizione. O almeno io. Tu già sapevi chi eri e dove saresti andata. Io l’ho capito solo poco dopo. Avrei girato il mondo con te. Avevo già in mente mete sconosciute e mai viste. Le avremmo esplorate insieme. Ma il destino ci ha portati lontano. La colpa è mia, lo sò. Ma non voglio rimproverarmi più di tanto. Se finora non era successo nulla, dovevo capire che comunque un giorno o l’altro ti avrebbero portata via da me.
E’ strano. Sono tranquillo. Forse perché ancora non ho realizzato che non sei più come me, che non andremo più in giro alla scoperta di mondi sconosciuti e nuovi. Ma stavi bene con me? SI lo so, ultimamente non ti ho trattata come sempre. Abbiamo passato momenti difficili. Ci siamo dovuti adattare alla vita, io e te. E forse a te questa nuova vita pesava troppo ed hai deciso di andartene, di concederti al primo passante. O forse, te ne sei andata solamente perché il tempo fra noi era ormai scaduto.
Chi lo sa’.
Rimarrai sempre nei miei sogni e nel mio cuore. E se un giorno dovessimo incontrarci di nuovo, sappi che ti ho cercato tutta la notte. Ovunque. Fin dove il mio corpo me lo ha permesso. Poi ho dovuto cedere e rassegnarmi. La cosa che mi fa più male è non sapere dove sei ora. Chissà se avranno rispetto per te.
Ovunque tu sia abbi cura di te, perché io evidentemente non ne ho avuta abbastanza.

Ciao Noa…NOA

Annunci

~ di charada su gennaio 24, 2008.

Una Risposta to “Ciao NOA”

  1. Noa…la mia prima moto che mi hai insegnato tutto…non sarà facile dimenticarti. il nostro tempo assieme era finito, la famiglia si era sciolta…il destino è venuto a cercare anche te! ovunque sarai, mangerai ancora polvere ed asfalto e ti farai amare per quella che sei, unica e meravigliosamente bella.
    arrivederci Noa
    Flu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: