A Massimiano

Caro Massimiano, anche 30 l’hai raggiunti
pensa so’ più de metà che se conoscemo.
Me ricordo te cor pallone da femminuccia
che te prendevano in giro e tu facevi spalluccia.
Se pensavano che fossi un po’ frocione
ma ben presto tutto capirono
che nun eri ricchione.
La mattina me ricordo er freddo
su quello scootere che ce portava fino al vicoletto.
‘N cappello, du’ guanti e ‘na sciarpa pe’ copricce
e pe’ esse libberi dall’impicce
dell’autobusse.
Quella vorta poi sui pattini a rotelle
che tu madre glie prese ‘n corpo
che pe’ poco non c’annavo io sulla sedia….
a rotelle!
Ogni giorno avanti e ‘ndietro
fra er Borgo e la grande città
piena de vita, de cose da fa’
tanto che er sabbato sera
se n’un era l’una non se moveva ‘na foglia!
Poi in finale se ne annavamo tutti all’adonis
a di’ du’ stronzate come du’ peones.

E poi la prima settimana bianca
eh, t’ha ricordi?!
Tu cor febbrone da cavallo
co’ le pezze addosso, ma nun mollavi
al massimo, dicevi, m’ammazzo!
Ma dopo du’ giorni via come razzi
a destra e manca e la sera
a fa li fighi colla stascion-vagon
all’abat-jour….

Poi d’estate le arampicate al foro,
le surfate co’ Nicolini
che gl’avemo torto l’anima
e pure ‘n po’ de quatrini.
La pizza dalla zozzona,
er caffè ar bar milano
e poi er sirenella,
ma che è sto sirenella?
‘n’antifurto?
Cor campo da beach
che se eri novo pensavi:
“embè, ‘o so che c’è a spiaggia ar mare!”

E ancora avanti… avanti,
passano li anni finché n’ariva Londra,
che smoking!
Er fumo te usciva dall’occhi.
Magari, pensavi, sta vacanza me diverto
ma nun hai fatti i conti co’ Pezzuco Roberto.
Vabbe’ io t’ho mollato,
ma era un riflesso condizionato.

E poi e poi ch’hai fatto?
Un giro pe’ la Toscana
e quarche annetto in Umbria
finchè nun ce n’hai avuto più d’una de tana.
So stati begl’anni
ma per un po’ nun se semo visti
ed ora, dopo 4 anni spagnoleggianti
torni a rompe er cazzo all’amici de tant’anni.
Vabbe’ ma io te conosco e nun batto ciglio
perché gia ‘na vorta ho chiuso la porta
e me ne so’ annato,
ma d’allora nun t’ho mai mollato.

Ora pensi de esse un firm-maker,
ma che d’è, un cartone animato?
un film de spionaggio?
Mah, so solo che la notte
me fai anna in giro ‘n bicicletta
e t’encazzi pure se nun te do’ retta.
Ora te saluto che c’ho da fa’
mica sei l’unico che tira a campa’.

Annunci

~ di charada su febbraio 10, 2008.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: