Il sogno

Il tempo passa
i giorni invecchiano
le tue mani calde
mi stringono il petto
Io che mi scanso,
tu che ti avvicini
i nostri amori che fuggono
fra le urla dei vicini.
La topolina
che dorme nel letto accanto
non sogna e non ride,
quando di notte
alle mie orecchie stride
Son stanco, sono rotto,
son tutto assorto.
Voglio pace, tranquillità
un anno intero
forse mi basterà.
Al mio pensiero
non so dar risposta
il cervello frigge
e non oso aprir la porta.
Che bello sarebbe io, te
e la pupetta
soli soletti
in quell’isola deserta
Ma il sogno dura poco,
giusto il tempo che la sveglia suoni
e di nuovo a combatter
con i miei dolori.

Annunci

~ di charada su novembre 29, 2012.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: