La Primavera

La Primavera è arivata
ma in realtà
non se n’era mai annata
Era nascosta sulla cima
der campanile
e scrutava l’orizzonte
e l’avvenire

Ogni tanto saltava giù
e co’ le mano tirava
acqua e vento in sù
spalancava porte e finestre
soffiava nuvole e ginestre
Poi divertita de porta’ gioia
sa rimetteva sulla scala
o in piedi sulla soglia

‘St’inverno invece
nun s’è sentito
c’ha lasciato veloce
con un alito de vino
lo vedevo solitario
che se n’annava pe’ la strada
con la bottiglia in una mano
e nell’altra quarche storia

Li conobbi entrambi
ogni anno la stessa rima
fanno danni a vicenda
ma chi più amo è la prima!

Annunci

~ di charada su aprile 7, 2014.

Una Risposta to “La Primavera”

  1. […] La Primavera – di Remo letta da Remo […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: